Abbiamo esaminato il mondo delle co-op in NY Nest4, ora vediamo quali sono i punti in più offerti dall’acquisto di un appartamento in un condo.

Come sempre la scelta dipende dalle diverse esigenze personali ed è soggettiva. Certo è però che acquistare in un condo offre una libertà d’azione che nelle co-op è assente.

New York
New York

Innanzitutto, nei condo, a differenza che nelle co-op, si è totalmente liberi di affittare il proprio appartamento senza vincoli di sorta. Questa libertà è sicuramente un fattore determinante per chi intende acquistare l’immobile come investimento, ma sarà certamente apprezzata anche da chi acquista casa con l’intento di viverci.

Non si può mai essere certi di quello che il futuro ci riserva, e potrebbe succedere di doversi trasferire più o meno a lungo fuori New York, magari per inseguire il lavoro o il partner dei propri sogni. In tal caso, aver acquistato un appartamento in una co-op da meno di due anni potrebbe essere un problema. Infatti se il board non si convince ad accordare il permesso di affittarlo, si potrebbe essere costretti a rivenderlo o a lasciarlo vuoto.

Ne consegue che, specialmente per chi non ha situazioni di vita particolarmente stabili e definite nella city, la libertà offerta dal condo è sicuramente vincente.

Per chi poi non ha la cittadinanza americana e per motivi fiscali ed ereditari vuole acquistare tramite LLC, la scelta del condo diventa praticamente obbligata, in quanto la maggior parte delle co-op non consente questo tipo di acquisto.

Nel caso in cui si sia stati recentemente rifiutati da una co-op (board turn down), diventa più complicato ottenere l’approvazione anche da altre co-op. Infatti, l’informazione dell’esito negativo della richiesta sarà passata a tutte le co-op in cui l’aspirante acquirente bocciato farà richiesta e, considerando che la motivazione del rifiuto resta segreta, può capitare che il board di un nuovo palazzo scelga un altro candidato senza precedenti rifiuti. In tal caso è decisamente meglio evitare il rischio di un altro board turn down e comprare in un condo.

Altro rilevante punto a favore dei condo è la richiesta di un down payment del 10%, percentuale decisamente più bassa rispetto a quella richiesta dalle co-op, che spesso pretendono un down payment del 50%.

Questo è sicuramente un fattore determinante per gli acquirenti che non hanno a disposizione molta liquidità, che acquistando in un condo potranno coprire con un mutuo quasi tutto l’importo dell’immobile.

Nei condo inoltre è solitamente più semplice che vengano accettati cani di grosse dimensioni, e i regolamenti sono in genere più tolleranti. Quindi, se volete imparare a suonare il piano o qualche altro strumento musicale, forse il condo è la scelta migliore.

Infine, anche se il fascino delle coop e dei soffitti piu alti è nelle vostre corde, molti condomini offrono amenities irresistibili come piscine o palestre condominiali. Tenersi in forma è decisamente più facile se non si deve uscire dal palazzo, specialmente quando gli impegni sono tanti e la temperatura scende sotto lo zero.

Qui ulteriori informazioni.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *